Weekend in Sicilia 26/09

Ciao a tutti

eccoci di nuovo con un altra giornata a Favignana in questa bellissima isola dal mare cristallino, oggi abbiamo affittato uno scooter con il quale abbiamo cominciato la nostra perlustrazione dell’isola alla ricerca delle famosissime spiaggie dell’isola. Ci sono moltissime calette ma le piu’ importanti sono molto nascoste ed alcune sono anche difficili da raggiungere anche a piedi, come Cala  di Tufo ripida e scosciesa quasi nessuno e’ sceso tranne noi, in quel momento mi sentivo molto indiana Jones !!!! Sono le seguneti :

Approdo di Ulisse, Cala Azzurra, Cala Rossa, Cala di Tufo, Calamoni, Faraglioni, Praia, Lido Burrone, Grotta Perciata, Punta Sottile, Scalo Cavallo, Calazza , Cala del Pozzo, San Giovanni

La mia preferita e’ cala azzurra, mare cristallino e sabbia uno spettacolo della natura !!! Qui sotto trovate la gallery con le foto delle spiaggie cosi’ decidete voi !!

La caratteristica fondamentale di quest’isola e’ che e’ disseminata di cave dove una volta gli operai andavano avanti e indietro con dei carrelli pesantissimi infatti si notano ancora le gallerie e i segni nella roccia delle ruote dove passavano i carrelli. Verso sera dopo aver visto uno dei fantastici tramonti di Favignana abbiamo fatto un giretto e indovinate chi abbiamo incontrato seduto ad un bar ” Il Rais ” Gioacchino Cataldo e voi direte chi e’ ???? Facciamo un passo indietro nel tempo cosi’ vi spiego chi e’ costui. Dovete sapere che Favignana non molto tempo fa era famosa per la sua Tonnara ossia la famosa caccia al tonno in mare, veniva raccolto a braccia dal mare e portato alla tonnara per poi essere lavorato e messo in scatola ebbene il Rais era il capo che comandava i ragazzi che tiravano su i tonni con le barche era una gran personalita’ all’epoca e aveva il rispetto di chiunque.  La tonnara di Favignana è una delle ultime rimaste in Italia, e ogni anno, nel mese di maggio, si svolgeva la mattanza, la pesca dei tonni, che attirava molti turisti ed appassionati. Nel 2003 cominciano i lavori di restauro della tonnara, terminati nel 2009. Attualmente il luogo è aperto al pubblico gratuitamente e sono offerte visite guidate da ex operai dello stabilimento. All’interno è possibile trovare testimonianze video legate alla mattanza e alla tonnara, e inoltre filmati storici. Vi è in più una sala nella quale sono esposti reperti storici ritrovati nel mare delle isole Egadi. Che emozione che e’ stata trovarsi davanti questo gigante buono, non oso dirvi quando gli ho stretto la mano me l’ha praticamente disintegrata !! Ci ha fatto sedere li con lui e ci ha raccontato tantissimi aneddoti e’ veramente una persona stupenda e’ stato un piacere parlare con lui ci ha anche lasciato il suo numero di telefono per fare un escursione in barca con lui ma purtroppo il tempo non ci aiuta troppo vento. Che serata che serata !!! Tornando a casa ho dato il latte al mio amico peloso bianco che mi viene a trovare tutte le sere e siamo andati a dormire, a domani !!

Meme

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *