Le origini della mia famiglia – Clusone

Clusone-OrologioCiao a tutti

oggi vorrei parlarvi del paese dove la mia famiglia ha origine, si chiama Clusone (Clüsù in dialetto bergamasco), è un comune italiano di 8.000 abitanti in provincia di Bergamo, situato in alta Val Seriana. Il clima di Clusone non è molto caldo: in inverno, infatti, si possono toccare temperature fino ai -5 gradi e in estate, che risulta essere fresca e ventilata, si arriva a massime di 25 gradi. Ebbene si dovete sapere che mio padre Vincenzo Antonio Giudici era geometra e abitava a Clusone quando ha conosciuto mia madre per lavoro a Genova e poi si e’ trasferito quando si sono sposati ma nel cuore gli e’ sempre rimasta Clusone circondata dalle sue montagne e quegli odori tipici, non vedo l’ora di far conoscere a Sara questi posti dove io amo tornare tutti gli anni. Dovete sapere che Clusone pur essendo un piccolo paese ha molti monumenti e luoghi interessanti da visitare come per esempio : La città fino al XIX secolo era cinta da mura, e vi sono testimonianze che  fosse anche dotata di una rocca di cui rimane ancora traccia per l’appunto in Piazza della Rocca. Nella strada più alta è posta la monumentale basilica di Santa Maria Assunta, di forme settecentesche, il cui alto campanile è visibile da tutta la vallata. ” Di fronte alla facciata della basilica sorge l’Oratorio dei Disciplini, che presenta in facciata un affresco del XV secolo con in alto il Trionfo della morte e nel registro inferiore una danza macabra di grande interesse.La basilica sorge in posizione dominante sull’abitato, e il lato sud verso la città è dotato di un portico con archi e colonne che si affaccia su una scenografica scalinata, decorata da balaustre e da quattro grandi statue degli evangelisti. Nella strada al livello immediatamente sottostante sorgono gli edifici civili più importanti, fra cui il palazzo comunale, con la facciata ricoperta da affreschi tardo gotici e con la torre dell’orologioLa strada più bassa è invece a destinazione prevalentemente commerciale, mentre quella inferiore, a fianco del luogo in cui sorgevano le mura, è costituita da edifici con la tipica struttura a ballatoio a destinazione originariamente agricola. Fra gli edifici più interessanti abbiamo la chiesa e la Corte di Sant’Anna. Altre chiese importanti sono la chiesa del Paradiso, contenente una tela di Marco Richiedei, che sorge nei pressi di Piazza Uccelli e la chiesa di San Defendente, entrambe del XV secolo. Altri edifici di particolare importanza sono il Palazzo Fogaccia, costruito nel XVII secolo e dotato di grandi saloni in cui sono esposti dipinti di valore (tra cui quelli dei clusonesi Domenico Carpinoni ed Antonio Cifrondi) ed affreschi del pittore Francesco Paglia (tra Seicento e Settecento), e il Palazzo Comunale. Quest’ultimo è attiguo alla Torre dell’orologio ed è considerato il simbolo della città. L’orologio in questione, opera di Pietro e Cosimo Fanzago, è ancor oggi utilizzato e riporta i movimenti astrali, della terra, del sole e della luna, il tutto con una grandissima precisione. Il seicentesco Palazzo Marinoni Barca ospita il MAT – Museo Arte Tempo, il Centro Comunale di Cultura e il Coro. Nel XIX e XX secolo il paese ha visto anche la costruzione di un certo numero di edifici ispirati alle forme dell’architettura liberty, tra cui spicca il Palazzo Carrara Spinelli Maffei.

Eccovi spiegata un po’ di storia di questo bellissimo paesino che io adoro, non solo perche’ ci abita tutt’ora la mia famiglia ma anche per le sue bellezze.

 

Qui trovate l’albero genealogico della mia famiglia : http://www.myheritage.it/site-187512102/giudici

Eccovi qua una gallery con tutte le foto che ho di Clusone per ora e’ tutto

Meme

8 risposte a “Le origini della mia famiglia – Clusone”

  1. Tra essi il più anziano era Bramante, che, prima di trasferirsi a Roma, si era formato come pittore ed aveva lavorato a Milano . L’architettura lombarda, fino alla metà del XV secolo , era ancora influenzata dallo stile gotico , ma l’arrivo di artisti quali Michelozzo , Filarete e Leonardo da Vinci aveva determinato una progressiva svolta. Ad esempio, tra il 1461 ed il 1470 , Filarete aveva eseguito il progetto dell’ Ospedale Maggiore di Milano , un vasto edificio dotato di cortili regolari, nei cui alzati sussistevano però alcuni dettagli medioevali; analoghi giudizi possono essere formulati per alcune opere di Giovanni Antonio Amadeo , ovvero la Cappella Colleoni di Bergamo e la Certosa di Pavia , dove l’architetto aveva lavorato verso la fine del Quattrocento.

  2. Ma siamo anke mezze compaesane Meme!!!
    Anke la mia mamma é di Bergamo di un paese vicino a Clusone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *