La mia storia da portiere…

 

emanuela-giudici-girl-goalkeeper

Ciao a tutti !!!!
Oggi ho deciso di raccontarvi un po’ di me…e più precisamente di una parte molto importante della mia vita iniziata nel settembre del 1996 esattamente 11 anni fa nel Solferino Bacigalupo.

Cavolo mi sento vecchia a parlare in questo modo !!!
Ho giocato la mia prima partita come libero, ma ahimé non ce la facevo così Mr Mangini e Gaggero mi hanno reclutata come 2° portiere col numero 12, all’epoca c’era già un altra ragazzina.
Dopo un po’ di tempo gli allenatori sono entrati nello spogliatoio dicendomi di non mettere più il numero 12 ma ben sì il numero “1″. Non vi so dire l’emozione che ho provato quel giorno, finalmente dopo tanti sforzi me la ero guadagnata con le mie sole forze !!!!
Da li’ e’ cominciata la mia carriera da 1° portiere del Solferino nell’under 14, under 16, fino alla Serie C dove poi e’ finita la mia avventura…

Ho giocato sotto il diluvio, sotto la grandine e anche sotto la neve: che figata!!!! Probabilmente all’epoca ero un po’ masochista mi divertiva da matti buttarmi per terra nelle uscite a terra e rialzarmi con tutto il peso dell’acqua addosso non so chi altro l’avrebbe fatto al posto mio !!! :-))
Ho fatto la serie C, poi sono passata ai tornei UISP e ho vinto anche la coppa per il miglior portiere giù in Sicilia finché ho dovuto smettere….e adesso vi racconto…..

SERIE C

In 6 anni devo dire che non mi ero mai fatta male cosi’ tanto…asma forte, spalla lussata, ginocchio, varie botte in giro per il corpo, pallonate ma il tendine del piede mi si strappasse non me lo aspettavo di sicuro….di solito non mi arrendo molto facilmente…così ho deciso di continuare a giocare pur sapendo che rischiavo grosso, pur soffrendo molto per il dolore. Il colpo di grazia mi e’ arrivato quando l’ultimo anno di gioco sono andata a fare la solita visita agonistica per avere il permesso per iniziare il nuovo campionato…..e il dottore vedendo il risultato degli esami non mi ha messo il permesso per giocare perché sarebbe stato troppo pericoloso. Da lì ho iniziato con la depressione non avendo più qualche cosa per cui lottare o per cui sentirmi utile…….era la mia vita ed era diventato come un lavoro per me…..pensate che quell’anno era venuta la Morace a fare la selezione per la nazionale ed io ero stata anche chiamata.

Ma una soddisfazione me la sono levata poco prima di lasciare ho avuto una discussione con il mio allenatore dell’epoca un certo Stefano….che mi disse “o giochi meglio o te ne vai”. Con tutto il dolore e la sofferenza che avevo in corpo sapete cosa ho fatto? Gli ho detto di andarsene a fanc….., ho girato i tacchetti e me ne sono andata. Che ne dite sono tosta eh !!!! Ora ogni tanto giochicchio ancora, quando trovo qualcuno disposto a farmi giocare. Perché non ho ancora perso la speranza di tornare a giocare di nuovo…..come un tempo. Spero di non avervi annoiati con la mia storia ma avevo proprio bisogno di sfogarmi….

Un abbraccio a tutti, Meme

P.S. Questo e’ uno degli articoli che ho tenuto di ricordo…e’ la prima intervista che mi hanno fatto !!!!!

6 risposte a “La mia storia da portiere…”

  1. Ciao mi chiamo Samantha sn ankio un portiere la tua storia mi ha molto colpita…vorrei farti i complimenti xkè hai reso onore non solo alla categoria dei portieri di calcio ma anke hai portieri di calcio femminile…ah ce ne fossero di xsn kosi xsn ke amano il calcio !!
    Bhè ti posso solo augurare di tornare presto…cè la puoi fare e kissà magari un giorno potremo inkontraci XDXD! …un saluto collega ciaooooooo!!!

  2. Ma grazie
    per il bellissimo commento non merito cosi’ tanto….infondo la mia e’ solo una passione, un vero e proprio amore per il mio ruolo!

    Grazie ancora tantissimo e tanti auguri di Buon Anno

    Meme

  3. Conosco Meme e sò quanto lei ami il calcio,una vocina diceva che sarebbe ritornata tra i pali..speriamo che lo faccia,che continui a coltivare la sua passione!:)

    Chissà magari riesco a far scrivere la loro storia alle nostre portiere.
    Un saluto dallo staff dell’A.C.F Clarentia Trento

  4. Grazie mille Meme per essere entrata a far parte di Italian Goalkeeper!

    Spero che questo sia solo il primo di una lunga fila di articoli che scriverai per questo blog!

    Complimenti ancora, Matteo!

  5. sono stato un anno solo con voi , ma è stato un anno ricco di soddisfazioni insieme e attorniato da persone fantastiche…lo ricorderò per sempre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *