Chiuso per parto !!!

196191_4945823453168_1978706198_nOggi pomeriggio alle 17.30 sono stata ricoverata in ospedale per il parto cesareo in programma per l’indomani mattina, ero in camera con la mia compagna di stanza, quando all’improvviso ho sentito uno “stock” all’utero come un tappo che salta via, e infatti subito dopo mi si sono rotte le acque e vi assicuro che ho inondato il letto, ne esce veramente tanta !!! Un ansia che non vi dico al pensiero che Sara rimanesse all’asciutto poverina,ho suonato il campanello d’allarme e subito e’ arrivata prima un infermiera e poi un dottore che ci ha pensato un po su’ sul da farsi ed erano le 23 e dopo 15 minuti mi ha comunicato la scelta di operarmi subito e io di corsa a chiamare Marco a casa per fortuna ancora sveglio, ecco le parole: “Amore c’e’ una novità  ho rotto le acque mi operano tra poco vieni subito!!!”, detto fatto Marco e’ arrivato in 13 minuti esatti di orologio da Castelletto a Quarto in macchina come Schumacher ehehheh, ho provato a chiamare il mio ginecologo ma era irreperibile ca…oooooo!!!. Arrivato dalla sbarra mi ha chiamata e ho sentito che parlava con l’usciere che gli chiedeva che fretta avesse e lui ha risposto di farlo entrare subito perché sua moglie stava partorendo che dolccceeeeee come nei film pisstttaaaaaaaaaaaaaa !!!. Ho fatto appena in tempo a mettermi le lenti che mi hanno caricato su una sedia a rotelle e portato giu’ in sala operatoria, piccolo problema avevo cenato e’ normalmente bisogna essere a digiuno, dall’ascensore ho trovato Marco tutto sorridente e pimpante che era pronto a rasserenarmi poverino. Scesi giu’ in sala operatoria, ci hanno portato in una stanza per il parto e mi hanno attaccato al monitoraggio per vedere i battiti di Sara nel pancione e intanto continuavo a chiedere del mio ginecologo che tra l’altro ci aveva promesso che avrebbe fatto entrare Marco in sala operatoria essendo io molto ansiosa e invece no , ci hanno tenuti li hanno fatto vestire Marco con il camice verde e poi mi hanno portata via spaventatissima. In sala operatoria siamo andati tardissimo perche’ mi sono passati davanti due parti naturali e poi il tempo di prepararmi con aghi vari, flebo,epidurale, puntura nella schiena lenzuolo davanti sopra alla faccia hanno iniziato a ravanare nella mia pancia che per fortuna sentivo solo quando toccavano la superficie per il resto ero completamente bloccata, che sensazione stranissima non sentirsi piu’ le gambe direi spaventosa, in quel momento ho pensato a quelle povere persone sulla sedia a rotelle da una vita intera, mamma mia meno male che a me tornano dopo l’anestesia. Nel frattempo Marco era fuori dalla sala operatoria in corridoio ad aspettare che gli dicessero qualche cosa poverino, e ho anche scoperto che ha monitorato il primo parto in diretta su facebook minuto per minuto incredibile quanta gente ci ha seguito quella sera, avremo intoppato facebook !!! Dentro in sala io non respiravo quasi piu’ un po’ per l’agitazione infatti piangevo e un po’ probabilmente per l’allergia all’anestesia, mi e’ venuto il naso chiuso e asma e ho fatto un po’ preoccupare l’ostetrica che mi faceva aria con il ventaglio e intanto pensavo a Marco fuori, lo avrei voluto li con me come avevamo deciso per il parto naturale quello stronzo del dottore non aveva voluto. Quando mi hanno fatto vedere Sara urlante mi sono commossa l’ho riconosciuta dentro di me ho detto e’ lei finalmente !!! Sara e’ nata all’1.15 di notte del 05/11/2012 pesava 3 kg e 400 circonferenza cranica 35 per 49 cm. L’ostetrica mi ha chiesto nome e cognome della bambina e l’ha portata di la al papa’ che intanto l’ha vista per la prima volta fare anche il bagnetto, mentre finivano di cucirmi e mettermi il catetere. Finito tutto ci hanno portati nella saletta di prima per tenerci tutte e due sotto controllo e io ho iniziato a stare malissimo per l’anestesia a stomaco pieno ho rimesso l’impossibile meno male che c’era Marco con me anche perche’ a casa normalmente hai un catino dove rimetti, in ospedale chissa’ perche’ no su un lenzuolino che se qualcuno non te lo gira ciaaaaaaaaaaaaaaaoooooooooooooo proprio. Per le sei siamo tornati su dopo una bella dose di coccole di Marco a tutte e due e li mi hanno attaccato a vari macchinari per farmi riprendere, intanto finalmente Marco e’ andato a riposare a casa e dopo pochissime ore e’ tornato da noi, dalle sue donne.

Grazie amore mio per tutto non so cosa farei senza di te.

Tua Meme

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *