Oggi il buongiorno ve lo do cosi

Oggi il buongiorno ve lo do così guardate che voglia di vivere, che coraggio che ha avuto questo fiore a nascere dentro l’asfalto !!! Never give up Meme

Scusate l’assenza

Ciao a tutti, scusate la lunga assenza dal blog ma purtroppo per me non è un periodo facile anzi…con mio marito malato, il lavoro due bambini piccoli non è per niente facile. In questi mesi ho fatto molta fatica ad accettare la malattia di Marco e ancora adesso non me ne capacito, soprattutto che non esista una cura alternativa al cortisone che ti fa diventare un altra persona, nervosa, irascibile e violenta. Oggi abbiamo fatto l’ennesima visita che ci ha detto che piano piano sta guarendo, che sarà ancora lunga ma forse…. speriamo. Intanto la buona notizia è che non deve prendere farmaci per quattro/cinque mesi e questo già è qualcosa. Ora stiamo qualche giorno su in campagna dai miei suoceri a Rocca Grimalda e poi il 18 agosto andiamo in montagna a Morgex in Val D’Aosta dove andiamo quasi tutti gli anni, anche solo per cambiare un po’aria e pensare a qualcos’altro. Ora vi lascio un abbraccio Meme

No al bullismo a scuola

Ciao a tutti oggi vorrei parlarvi di un argomento molto delicato ma che mi interessa molto e di cui purtroppo sono stata vittima quando ero alle elementari. Dovete sapere che all’epoca ero timidissima e non parlavo con nessuno, cosi’ facendo sono stata presa di mira da un gruppo di bambine della mia classe, le cosi dette bulle che si credono migliori di te o semplicemente vogliono divertirsi alle tue spalle, cosi’ e’ iniziato tutto durante le lezioni, con occhiatacce poi durante la ricreazione con minacce e poi mi hanno anche picchiata. Dovete sapere che a scuola avevamo una stanza con degli armadietti aperti con gli appendini dove mettere le cartelle e le giacche e li più’ di una volta mi hanno trascinata e picchiata con calci e pugni spaventandomi a morte, per poi uscire una alla volta dalla stanza come se nulla fosse. Queste torture sono andate avanti molto tempo anche durante una gita, che infatti e’ stata l’unica a cui ho partecipato. Eravamo in un posto bellissimo con tante attività’ da fare e animali da accudire e ci avevano messo a dormire in stanze con i letti a castello e indovinate, io ero finita con il gruppo delle bulle ovviamente cosi’ durante la notte mi sono saltate addosso e mi hanno picchiata con calci e pugni e anche con una cintura, io piangevo e non potevo fare niente perché’ non mi sentiva nessuno, per fortuna la maestra dopo un po’ deve essersi accorta di qualcosa che non andava all’epoca perché’ poi le torture sono finalmente finite, forse dopo l’ultima cicatrice che ho ancora sul mento che mi ricorda sempre le botte ricevute. Io non so in che mondo vivranno i miei figli ma so che purtroppo questo fenomeno ci sara’ sempre, esisterà’ sempre il bullo prepotente e qullo timido ma so che cercherò’ in tutti i modi di difendere i miei bambini da tutto questo, cercando di spiegare loro come comportarsi in questi casi.

Vi abbraccio forte Meme