La nostra stupenda storia d’amore

amore_mioCiao a tutti

Oggi vorrei raccontarvi la nostra bellissima storia d’amore.

La nostra storia inizia ben 9 anni fa, una sera a casa mia, il computer che non funziona e il nostro tecnico che non puo’ venire. Quella sera il nostro tecnico non stava bene cosi’ il fidanzato di mia madre si e’ offerto di mandarci il suo, io mi aspettavo un uomo sposato sulla cinquantina, percio’ non mi ero stata a mettere carina, anzi ero vestita da casa col tutone, le ciabatte a forma di animale, gli occhiali, le calze sportive…..imbeciabile !! Per le 21 mi vedo arrivare un ragazzo giovane affascinante simpatico, non ho piu’ capito nulla, come una scheggia sono corsa in camera a cambiarmi e a mettermi decente, non mi era mai successa una cosa del genere. Mentre lui riparava il computer chiacchieravamo e ho scoperto che si chiamava Marco ed era giovane, non sapevo esattamente quanto, sapevo solo che mi piaceva. Finito di riparare il computer l’ho salutato e l’ho accompagnato giu’ fino al portone dove abbiamo fatto ancora due chiacchiere dicendogli Grazie Signor tecnico. Appena andato via mia madre mi ha dato subito il suo numero e mi ha detto e’ giovane simpatico chiamalo !! Il giorno dopo sono andata a lavorare come hostess nella mostra in Via Balbi e ho chiesto alle mie colleghe amiche sul da farsi, tutta emozionata, abbiamo deciso per provare con un messaggio al massimo mi avrebbe detto di no. Durante la mattia dopo parecchi consigli ho mandato un messaggio a Marco dicendogli che io stavo lavorando dentro una mostra, se gli avrebbe fatto piacere vederla ed eventualmente dopo avremmo potuto prenderci un aperitivo. Lui mi rispose che per la mostra saltava che non ce l’avrebbe fatta ma per l’aperitivo volentieri, cosi’ alla sera e’ venuto a prendermi in via Balbi e mi ha portato in via Luccoli in un bar dove abbiamo parlato tantissimo e ci siamo conosciuti meglio. Che felicita’ quella sera quando mi ha riaccompagnata a casa !!! Mi batteva forte il cuore, non avevo mai provato una sensazione simile !! Abbiamo cominciato a frequentarci nessuno avrebbe mai scommesso su di noi ero troppo giovane e lui troppo grande e invece guardate un po’ !!!! Ci siamo sposati nel 2010 e nel 2012 abbiamo anche avuto una splendida bambina di nome Sara che adoriamo e che ha completato il nostro amore.

un bacione Meme

Ci siamo sposatiiiiiii !!!

Ciao a tuttiiii

che felicita’ non mi sembra ancora vero siamo sposati da ben 19 giorni e sono passati velocissimamente, siamo anche appena tornati dal viaggio di nozze in Giappone che esperienza !!! Con calma adesso vi raccontero’ piano piano con tanto di foto il nostro fantastico viaggio dall’altra parte del mondo non mi sembra ancora vero era il sogno della mia vita andarci e l’ho realizzato !!! Non vedo l’ora di raccontarvi tutto quel che ho visto finora in questo bellissimo paese chiamato Giappone.

Per ora e’ tutto accontentatevi di queste foto del matrimonio tanto per cominciare…

un bacio meme


Viaggio di nozze in Giappone 13/06 – 26/06

Ciao a tutti, oggi dopo una bella nottata di riposo siamo finalmente partiti per Milano Malpensa dove ci aspetta il volo Milano -Tokyo delle 14:30 di 12 ore di viaggio ho una fifaaaaaaaaaaaaaa speriamo bene ma mi ci vedete ioooo su un aereo per 12 ore, normalmente sui nostri aerei appena balla l’aereo sto male !!! Per fortuna mi sono portata dietro un tranquillante cosi’ dovrebbe farmi dormire un po’, facciamo tutto il check in lunghissimo insieme a tanta altra gente e subito una hostess nota la mia maglietta stampata con i nostri nomi e la data di ieri del matrimonio e ci fa gli auguri !!! Saliamo sull’aereo ovviamente e’ molto piu’ grande dei nostri normali e subito noto qualche piccola differenza con i nostri….lo spazio per allungare i piedi,la copertina, il cuscino per dormire, il silenzio del motore,il silenzio dei passeggeri tutti giapponesi pochissimi italiani e i video con relativo telecomando !!! L’aereo parte, cavolo sto andando in Giappone e’ pazzesco !!! mi prendo un un po’ di gocce e comincio fin da subito a dormicchiare per fortuna al mio risveglio ci viene spiegato che all’interno nei video di fronte a noi c’e’ un mondo interattivo con film,giochi e altro che figattaaaaaaa cosi’ ho iniziato subito a guardarmi tutti i film e documentari purtroppo fin da subito quello di marco non ne voleva proprio sapere anche dopo vari resettaggi siamo andati a parlare con il capitano giustamente. Dopo una dormita arriva da mangiare potevi scegliere se italiano o giapponese, secondo voi cosa avrei mai potuto scegliere….dopo la cena arrivano varie cose salviette biscotti the giapponese ecc….Ad un certo punto e’ stato fantastico dopo una dormita abbiamo visto l’alba da uno dei finestrini e’ stanto fantastico peccato che non ho potuto fotografarlo era una meraviglia !!!

14/06 TOKYO – Alle 8:30 del mattino siamo atterrati a Tokio Narita, un po’ rimbambiti camminiamo per i corridoi e subito notiamo il silenzio che c’e’ da loro non come da noi e soprattutto a pulizia anche nei bagni !!! I bagni sono completamente diversi dai nostri talmente puliti che ci si potrebbe mangiare, profumati e soprattutto elettrici !!!! Hanno una sorta telecomando da un lato che ti permette di scegliere varie cose che all’inizio ho fatto fatica a

capire come la temperatura della tavoletta,la pressione e la temperatura dell’acqua che viene spruzzata da sotto (loro non hanno il bidet) e il rumore dell’acqua che scorre registrato (alle donne giapponesi da molto fastidio far sentire agli altri i propri rumori).
Continuiamo il percorso e veniamo accolti da un sacco di scritte e cartelloni fumettosi arriviamo in un punto  dove c’e’ parecchia coda da fare per andare a prendere i nostri bagagli con pazienza entriamo nel percorso a serpentina e aspettiamo a un certo punto vediamo un uomo molto indaffarato che chiama gli altri passeggeri e li accompagna agli sportelli, un mito cosi’ facendo velocizza tantissimo la coda e non un giapponese che abbia provato a passar davanti aspettano il loro turno in silenzio uguale all’italia !!! Passato questo varco arriviamo dai rulli e notiamo che non ci sono le nostre valigie cacchio….per fortuna le avevano accantonate da una parte iuffffff…. dall’aeroporto ci spiegano che c’e’ un treno e la metro da prendere per arrivare al nostro albergo cosi’ facciamo un pezzo a piedi fino al treno, arrivati giu’ troviamo una sorta di annunciatrice in carne ed ossa di fronte a noi che dice gli annunci al microfono e cercando di salire sul treno veniamo fermati dal capotreno che ci fa segno di no con le bracci incrociate perche’ ci sono le pulizie, vi rendete contooooooooooo !!!! Saliti su finalmente ci riposiamo un po’ colti da un attacco di sonno improvviso mi compro una coca giapponese in una delle tantissime macchinette distributori di bibite giapponesi, scendiamo dal treno e un ondata di giapponesi ci assale, saliamo sulla metro’ che ci porterà’ alla nostra fermata Hamamacho e notiamo un sacco di gente che dorme seduta con la testa All’Ingiù’ mah….arrivati diamo un occhiata in giro stravolti e cominciamo a chiedere a destra e manca….purtroppo non parlano l’inglese cosi’ cerchiamo a gesti nel frattempo io mi addormento da tutte le parti alla fine decidiamo di prendere un taxi che ci porti fino all’hotel ovviamente sono solo 10 metri pero’ ne e’ valsa la pena, il taxi diversissimo dai nostri : macchina nera, portiera destra elettrica, pizzo ovunque, tassista guida con i guanti, tesserino di riconoscimento in bella vista e finalmente in Hotel allo Shiba Park Hotel al 7° piano !!!! Pur essendo stanchissimi ci imponiamo di fare due passi e di mangiare qualche cosa cosi’ merenda tipica giapponese con carne pesce verdura e sbrodazza, supermarket giapponese,passeggiata nel parco Shiba li’ vicino all’hotel, abbiamo anche visto un piccolo cimitero che tristezza i loro ci sono solo poche scritte tutte fatte uguali le tombe e soprattutto niente foto e anche uno di bambini sono fatti con tantissime piccole statuine con il nome sopra.Poco lontano da li’ abbiamo visitato la famosa Torre di Tokyo non vedevo l’ora di salirci, assomiglia molto alla nostra Tour Eifel solo che e’ rossa ed e’ un enorme antennona (puntata di sailor moon) da la’ sopra si vede un bellissimo panorama quasi tutta Tokyo probabilmente con il bel tempo…c’e’ un ascensore che porta fin su in cima paurraaaaaaaaa, all’uscita c’e’ un bellissimo e grossissimo negozio di hello kitty che figattaaaaaaaaaa !! Tornati vicino all’albergo l’impresa difficile e’ stato scegliere dove andare a mangiare e cosa soprattutto cosi’ abbiamo fatto un giro abbiamo ispezionato per bene tutti i ristoranti alla fine abbiamo scelto un posticino dove servono zuppe enormi buonissime, dunque da loro funziona che entri, ti salutano con un inchino e ti portano alla machhinetta dove scegli e paghi quel che vuoi d mangiare con i relativi prezzi e foto vicini come le nostre macchinette per le sigarette ed ecco cosa ci ha portato da mangiare una zuppona enorme con uova siode carne e alga nori, devo dire che l’estetica lasciava molto a desiderare ma il gusto e’ buonissimo !!! Comprata la colazione in un supermarcket (tengono aperto 24 su 24 ) li vicino finalmente a nanna !!

Oyasumi nasai! = Buona notte !


12 giugno 2010 finalmente il gran giorno !!

Ciao a tutti

finalmente e’ arrivato il grande giorno che aspettavo da parecchio tempo, il giorno che ogni donna sogna, pensi a come sara’, studi tutti i dettagli e lo immagini ogni giorno finche’ non si avvera !!! Dunque la sera prima del matrimonio sono andata a dormire da mia madre e prima ancora da degli amici che mi hanno invitata a cena facendomi un po’ svagare visto che ormai mancavano poche ore !!! La mattina mi sono svegliata riposata per le 6.00 sono riuscita a dormire bene forse perche’ non avevo ancora idea di cosa sarebbe accaduto da li a poche ore….il tempo di fare colazione e sono arrivati i parrucchieri con anche il trucco, purtroppo brutta notizia tempo brutto e pioggia da da da dan……cavolo che agitazione a guardar fuori, cavolo che sfiga qui qualcunome l’ha  mandata, proprio oggi cosi’ mi rovina le foto del matrimonio. Finita l’acconciatura e il trucco per fortuna il tempo stava un po’ migliorando giusto da dare qualche speranza che smettesse, momento catartico “la vestinzione” dell’abito perche’ voi direte che ci vuole a mettere un abito da sposa ??!! Non sembra ma e’ molto complicato essendo il vestito molto piu’ lungo del normale ho dovuto farmi dare una mano da mia madre che si stava arrabbattando con il velo ehehehe. Appena finito di mettere il vestito e’ arrivato il fotografo e il cameramen che cominciano subito le riprese mamma che ansia la telecamera all’inizio poi piano piano mi sono sciolta e allora diventa divertente !!! Questo e’ il momento in cui sei al centro della scena, se non lo fai adesso non lo farai mai piu’, pensa che queste foto le vedranno i tuoi figli e i tuoi nipoti e dovranno pensare mamma ma quanto eri gnocca quel giorno ??!! eheheheh. Questo divertente momento dura un tempo che sembra infinito fatto di scatti con i genitori, te che giochi a far la modella col fotografo che ti rincorre poverino, poi si fa la prova della finta uscita dalla porta con mio zio fino a che a un certo punto mia madre ha guardato e ha cominciato a dire bisogna andare, ci aspettano e li mi sono svegliata da gioco e sono tornata alla realta’ miiiiiiiiiii sto andando a sposarmi col mio marco e’ un sogno o e’ la realta’ ???!!! Cosi’ abbiamo preso l’ascensore e siamo usciti in strada dove mi aspettava la macchina con l’autista e un accoglienza festosa della signora del negozietto difronte a casa nostra che carina era li ad aspettarmi !!! Per fortuna il viaggio in macchina e’ breve giusto il tempo di sentire il mio cuore battere all’impazzata alla vista di tutta quella gente che mi aspettava fuori dalla chiesa per festeggiarmi miiiiiiiiiiii panico !!! Per fortuna sulla porta della chiesa c’era il mio amore che mi stava aspettando impaziente, cosi guardandomi in giro velocemente entriamo in chiesa prima marco con sua madre poi io con mio zio bellissimo quel giorno !! Entrati tutti inizia finalmente la cerimonia un caldo….per fortuna che ogni tanto c’era un filo di vento che ci rinfrescava un po’, che belle parole che dice Padre Roberto durante la cerimonia per fortuna che abbiamo fatto fare il video cosi’ ci rimarranno di ricordo quella che mi e’ rimasta piu’ in mente e quella che dice che “noi due all’inizio della funzione siamo entrati separati come due persone diverse ma alla fine della cerimonia usciremo per mano come una cosa sola” e l’altra frase che mi e’ piaciuta ” l’uomo non osi separare quello che Dio ha unito”. Il momento piu’ romantico e bello e’ stato quando e’ venuto vicino a noi e ci ha fatto pronunciare le nostre promesse mamma mia che emozione !!!

lo Marco, accolgo te, Emanuela come mia sposa.
Con la Grazia di Cristo prometto di esserti fedele sempre, nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia,
e di amarti e onorarti tutti i giorni della mia vita.

lo Emanuela, accolgo te, Marco, come mio sposo.
Con la grazia di Cristo prometto di esserti fedele sempre, nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia,
e di amarti e onorarti tutti i giorni della mia vita.

lo Marco, accolgo te, Emanuela come mia sposa. Con la Grazia di Cristo prometto di esserti fedele sempre, nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia, e di amarti e onorarti tutti i giorni della mia vita.

lo Emanuela, accolgo te, Marco, come mio sposo. Con la grazia di Cristo prometto di esserti fedele sempre, nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia, e di amarti e onorarti tutti i giorni della mia vita.

anelli :

 

Emanuela, ricevi questo anello,

segno del mio amore e della mia fedeltà.

 

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

 

 

 

 

 

 

Marco, ricevi questo anello,

segno del mio amore e della mia fedeltà.

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo

Finito questo riprende la messa con i canti del nostro fantastico coro gospel preso per l’occasione ha fatto un figurone !!! Prima che Padre Roberto venisse a dirci gli articoli del codice civile siamo saliti sull’altare e sono andata al microfono a leggere una bellissima poesia che qui vi ripropongo :

PREGHIERA DELLA FAMIGLIA

Che nessuna famiglia cominci per caso

che nessuna famiglia finisca per mancanza d’amore

che gli sposi siano l’uno per l’altra con il corpo e con la mente

e che nessuno al mondo separi una coppia che sogna.

Che nessuna famiglia si ripari sotto i ponti

che nessuno si intrometta nella vita dei due sposi e nel loro focolare

che nessuno li obblighi a vivere senza orizzonti

e che vivano del passato nel presente in funzione del futuro.

Che la famiglia cominci e finisca seguendo la sua strada

e che l’uomo porti sulle spalle la grazia di essere padre

che la sposa sia un cielo di tenerezza di accoglienza e di calore

e che i figli conoscano la forza che nasce dall’amore.

Che il marito e la moglie abbiano la forza di amare senza misura

e che nessuno si addormenti senza aver chiesto perdono e senza averlo dato

che i bambini apprendano al collo il senso della vita

e che la famiglia celebri la condivisione dell’abbraccio e del pane.

Che il marito e la moglie non si tradiscano e non tradiscano i figli

che la gelosia non uccida la certezza dell’amore tra i due sposi

che nel firmamento la stella più luminosa sia la speranza di un cielo qui adesso e dopo.

Finalmente finita la funzione facciamo le ultime foto in chiesa poi usciamo dalla chiesa e veniamo investiti da una smitragliata di riso e altra roba per fortuna marco estrae due pistole ad acqua e con quelle rispondiamo al fuoco nemico che figatattaaaaaaaaaaaa tipo matrix !!! Finita la smitragliata incomincia la parte infinita farsi baciare da tutti mamma mia non so quanti baci ho ricevuto quel giorno probabilmente ho baciato anche gente di passaggio e’ incredibile non hai neanche un minuto di respiro,non ti rendi neanche conto di chi c’e’ vi giuro che gran parte della gente l’ho vista nel video per caso e’ impossibile riconoscerli tutti non hai il tempo necessario. Dalla chiesa ci siamo poi trasferiti in spianata Castelletto per fare le foto da soli con i fotografi che divertente finalmente un attimo di tranquillita’ per riprendersi e dirsi hai visto ce l’abbiamo fatta siamo marito e moglie, te ne rendi conto ??!!! Dalla spianata al ristorante in macchina che puzzava da morire di benzina stavo di un male anche col finestrino aperto, non vedevo l’ora di arrivare pero’ per fortuna da Castelletto a Nervi e’ stato “svacco-moment” dove ci siamo potuti togliere le scarpe e far riposare i piedi gia’ molto provati poverini. Arrivati a Villa Pagoda arriva subito il momento delle foto per fortuna ci siamo riposati prima. Arrivati al ristorante pensavamo che saremmo riusciti a mangiare e purtroppo ci sbagliavamo di grosso, arrivi e sei aggredito dalla folla che e’ curiosa di chiederti qualsiasi cosa e non capisce che in realta’ hai una fame da lupi !! Cosi’ mentre cerchi di fare lo slalom come gli sciatori tra un abbraccio e l’altro cerchi di acchiappare al volo qualche cosa da mangiare mentre aspetti il momento che andranno tutti a sedersi finalmente !!! Una volta tutti seduti cominci ad assaggiare un po’ di qua e un po’ di la’ finche’ non comincia il giro di rito dei tavoli per i saluti di tutti ovviamente…uguale non ho mangiato quasi niente dall’emozione….che emozione vedere tutti i parenti ed amici che partecipano alla propria felicita ‘!!! A fine pranzo si va fuori a fare due chiacchere e soprattutto il momento piu’ atteso dalle donne invitate al matrimonio : il lancio del bouchet, dopo due bouchet parati al volo ora tocca a ma finalmente tirarlo a qulcuna nel pubblico !!! Sono salita sulla scala in giardino, mi sono girata e op il bouchet e’ volato dritto nelle mani della Rolle che felicita’ !!! Ultima fatica il taglio della torta prima che comincino ad andare via tutti ovviamente foto di rito con finto lancio del calice e assaggio della fantastica torta fino a che non arriva il bomboniere-moment si consegnano le bomboniere e si salutano gli ospiti che piano piano cominciano ad andarsene e tu puoi tirare un respiro di sollievo. Stanchi morti e felici ce ne andiamo a casa ovviamente scalzi per il male ai piedi che giornata fantastica grazie a tutti !!!! Vorrei ringraziare anche Anna Alzona della Gemi che mi ha organizzato il ricevimento e ha fatto un lavoro fantastico.

un bacione meme

4° lezione di cucina ” Carni rosse “

Ciao a tutti !!!

eccovi il riassunto della lezione di cucina di ieri sera intitolata :

” Carni Rosse “

e voi mi direte…e la 3A lezione dov’è’ ??? Purtroppo non ho potuto partecipare per una brutta notizia datami sul lavoro…10 minuti prima della chiusura, mi ha rovinato la serata e tutto il week end….ebbene si da venerdì scorso sono ufficialmente disoccupata….ma non vi sto a raccontare i particolari.

Come al solito abbiamo indossato tutti il grembiule, lavato le mani, legato i capelli e ci siamo messi in postazione tutti intorno ad un tavolo rettangolare in modo da vedere bene tutto quel che fa l’insegnante e cosi’ lei con noi.

Per iniziare come al solito abbiamo tagliato e tritato tutte le verdure per la ricette, poi volenti o nolenti ci ha fatto provare a tagliare la carne….con grande senso di ribrezzo di tutti…

Dopo la sensazione iniziale abbiamo cominciato a prendere confidenza con la carne, anche perché la dovremo per forza cucinare…o divento vegetariana e non mi sembra il caso ehehehhe.

Ricette fatte :

– Trippa

– Filetto al pepe verde

– Brasato al vino

– Purea di patate

– Polpettine in carpione

Come sempre immancabile

la focaccia della nostra insegnante (Marta), che buonnnnaaaaa !!!

finita la cottura molto lunga finalmente si va a tavola con una fame da leoni !!

La prossima lezione e’ ” Pesce “

Buon week end a tutti !!!

Meme

Aggiornamenti casa nuova !! (7° parte)

Aggiornamenti :

La casa e’ finita !!!!!!

abbiamo messo il parquet dappertutto e i muri sono perfetti…mancano solo i mobili !!

il mio amore ha ordinato la cucina che mi dice arriverà’ tra 30 – 45 giorni

ora siamo alla ricerca del letto, cosa non semplice, deve soddisfare le nostre richieste :

– avere il contenitore dentro sollevabile

– e uno schienale fatto a piccola cassapanca dove poi appoggeremo le lampadine

risultato….difficile….molto difficile…

Torneo Expert di calcio a Chiavari

Ciao a tutti !!!

ieri mattina e’ giunto il fatidico momento del ritorno in campo dopo 3 anni di riposo. Avevo un ansia addosso !!! pero’ ero felice, finalmente di tornare a parare come ai vecchi tempi cosi’ mi sono alzata alle 7.00 e velocemente prepararsi per andare al campo.

Abbiamo giocato nel “Campo sportivo L’Agricola” – Via dei Lertora 25 – Chiavari, un campo a sette in erba sintetica vicino al fiume. Appena arrivata ( gia’ vestita ovviamente per l’agitazione ) ho fatto un po’ riscaldamento prima col mio fidanzato, il quale ringrazio per l’appoggio morale e per il sostegno morale datomi sempre, e poi con i miei colleghi.

Durante il riscaldamento ero gia’ pronta e riscaldata e direi che i tre anni di stop non si sono affatto sentiti !!

Poi finalmente si inizia il torneo…abbiamo fatto un sacco di foto come i professionisti della tv !!

Fischio d’inizio e si comincia !!

Era un quadrangolare di cui vi scrivo le quattro squadre :

– A.C.G. Crovetto noi !!

– Expert Tigullio

– Massa

– ABBA

Durante il torneo abbiamo vinto tutte e tre le partite con parecchi goal per noi, tranne l’ultima che purtroppo per un goal non ce l’abbiamo fatta, siamo arrivati al 2° posto, e indovinate un po’ ho anche vinto al coppa per il miglior portiere !!! ero felicissima non l’avevo mai vinta neanche quando giocavo nei tornei…non che non me la meritassi e che purtroppo vincevamo sempre e cosi’ gli altri premi andavano divise con le altre squadre. E’ stato un come un riconoscimento per tutti gli anni passati a giocare e a farmi male.

subito dopo una bella doccia, siamo andati a pranzo nell’ “Agriturismo A Lunna in Scio ma” – Località in frazione Maxena 61- Chiavari un bellissimo posticino nascosto in cima alla collina ….da li’ si vede il mare in lontananza e gli ulivi. Ci siamo fatti una mangiata, era tutto buonissimo e poi prima del dolce hanno fatto la lotteria con  premi e nel mentre hanno assegnato le coppe, compresa la mia !!!! sono tanto tanto felice, mi sono pure commossa quando mi hanno chiamato a prendere il premio…non me lo aspettavo proprio visto i precedenti !!.

Grazie a tutti gli organizzatori dell’ Expert per questa bella giornata passata assieme.

Meme

La mia storia da portiere…

 

emanuela-giudici-girl-goalkeeper

Ciao a tutti !!!!
Oggi ho deciso di raccontarvi un po’ di me…e più precisamente di una parte molto importante della mia vita iniziata nel settembre del 1996 esattamente 11 anni fa nel Solferino Bacigalupo.

Cavolo mi sento vecchia a parlare in questo modo !!!
Ho giocato la mia prima partita come libero, ma ahimé non ce la facevo così Mr Mangini e Gaggero mi hanno reclutata come 2° portiere col numero 12, all’epoca c’era già un altra ragazzina.
Dopo un po’ di tempo gli allenatori sono entrati nello spogliatoio dicendomi di non mettere più il numero 12 ma ben sì il numero “1″. Non vi so dire l’emozione che ho provato quel giorno, finalmente dopo tanti sforzi me la ero guadagnata con le mie sole forze !!!!
Da li’ e’ cominciata la mia carriera da 1° portiere del Solferino nell’under 14, under 16, fino alla Serie C dove poi e’ finita la mia avventura…

Ho giocato sotto il diluvio, sotto la grandine e anche sotto la neve: che figata!!!! Probabilmente all’epoca ero un po’ masochista mi divertiva da matti buttarmi per terra nelle uscite a terra e rialzarmi con tutto il peso dell’acqua addosso non so chi altro l’avrebbe fatto al posto mio !!! :-))
Ho fatto la serie C, poi sono passata ai tornei UISP e ho vinto anche la coppa per il miglior portiere giù in Sicilia finché ho dovuto smettere….e adesso vi racconto…..

SERIE C

In 6 anni devo dire che non mi ero mai fatta male cosi’ tanto…asma forte, spalla lussata, ginocchio, varie botte in giro per il corpo, pallonate ma il tendine del piede mi si strappasse non me lo aspettavo di sicuro….di solito non mi arrendo molto facilmente…così ho deciso di continuare a giocare pur sapendo che rischiavo grosso, pur soffrendo molto per il dolore. Il colpo di grazia mi e’ arrivato quando l’ultimo anno di gioco sono andata a fare la solita visita agonistica per avere il permesso per iniziare il nuovo campionato…..e il dottore vedendo il risultato degli esami non mi ha messo il permesso per giocare perché sarebbe stato troppo pericoloso. Da lì ho iniziato con la depressione non avendo più qualche cosa per cui lottare o per cui sentirmi utile…….era la mia vita ed era diventato come un lavoro per me…..pensate che quell’anno era venuta la Morace a fare la selezione per la nazionale ed io ero stata anche chiamata.

Ma una soddisfazione me la sono levata poco prima di lasciare ho avuto una discussione con il mio allenatore dell’epoca un certo Stefano….che mi disse “o giochi meglio o te ne vai”. Con tutto il dolore e la sofferenza che avevo in corpo sapete cosa ho fatto? Gli ho detto di andarsene a fanc….., ho girato i tacchetti e me ne sono andata. Che ne dite sono tosta eh !!!! Ora ogni tanto giochicchio ancora, quando trovo qualcuno disposto a farmi giocare. Perché non ho ancora perso la speranza di tornare a giocare di nuovo…..come un tempo. Spero di non avervi annoiati con la mia storia ma avevo proprio bisogno di sfogarmi….

Un abbraccio a tutti, Meme

P.S. Questo e’ uno degli articoli che ho tenuto di ricordo…e’ la prima intervista che mi hanno fatto !!!!!