Per non dimenticare….

L’alluvione di Genova del 4 novembre 2011 si è verificata a seguito di fortissime precipitazioni, che hanno registrato punte superiori ai 500 mm in poche ore in diverse zone di Genova e provincia. Ne è scaturita l’esondazione dei torrenti Bisagno e Fereggiano e la piena dei torrenti Sturla, Scrivia e Entella. I centri più colpiti sono quelli di Genova nei quartieri di Quezzi, Foce, Molassana, San Fruttuoso, Marassi, Brignole, Quarto e Nervi e i comuni di Recco e Camogli. Le vittime ufficiali sono 6, tutte decedute in via Fereggiano: una donna albanese con le sue due bambine di 1 e 8 anni e la vicina di casa, una 19enne rimasta schiacciata da una macchina e un’altra donna arrivata esanime all’ospedale. Più di un migliaio di persone sono state sfollate da Genova e dai centri limitrofi. La procura della Repubblica di Genova ha aperto un fascicolo sulla morte delle 6 persone e il sindaco del capoluogo Marta Vincenzi ha proclamato il lutto cittadino per il 7 novembre, giorno in cui si è celebrato il primo funerale: quello di Angela Chiaramonte, che ha salvato il proprio figlio nell’androne del suo palazzo in via Fereggiano prima di morire insieme alla vicina albanese e le bambine. (Wikipedia)

Alluvione 4/11/2011

genova-alluvione_650x435Ciao a tutti

stamattina sono andata a lavorare in motorino e pioveva molto forte, vedevo che la pioggia continuava ad aumentare cosi’ sono andata a spostare il motorino un po’ piu’ in su rispetto al Gaslini, visto che la strada era diventata un fiume in piena. Il fiume vicino a noi era gia’ uscito dagli argini e aveva inondato la stazione dei carabinieri vicino al Gaslini, che senso vedere le camionette galleggiare in una grande vasca, la strada ad un certo punto si e’ allagata e non si poteva piu’ passare giusto in tempo per permettermi di spostare il motorino che ansia. Dall’ufficio continuavamo a vedere da internet cosa stava succedendo nel resto della città !! Ho chiamato Marco in ufficio agitatissima per sapere se stava bene, incredibile da lui a sampierdarena c’era bel tempo !!! La sua prima reazione e’ stata di prendermi per matta poi appena si e’ calmato e ha guardato al computer cosa stava accadendo mi ha detto che mi sarebbe venuto a prendere perche’ il Gaslini era completamente isolato. Abbiamo provato a dire al nostro capo di farci uscire prima ma non c’e’ stato verso ovviamente con tutte le conseguenze del caso. Alle tre quando sono uscita da lavoro tutto l’ospedale si stava raggruppando per dormire in sala mensa per tutti quelli che non potevano andare a casa, io ho aspettato Marco che e’ arrivato dopo due ore di macchina, siamo partiti e abbiamo attraversato tutta la citta’ con l’autostrada e siamo arrivati a casa alle otto, una giornata allucinante ma per fortuna finita per noi due. Penso a quelle famiglie che questa notte non hanno una casa dove andare a dormire o che hanno perso tutto anche famigliari, rivolgo una preghiera a loro.

Un abbraccio fortissimo Meme